I nostri contatti social

Ricerca nel sito

Rassegna Stampa

Il Movimento Partite Iva ha bisogno di te - Iscriviti Ora

17 febbraio 2013 - Rassegna Stampa

APPELLO PER LA ZONA FRANCA

Esenzioni fiscali, parte la raccolta di firme promossa dalle Partite Iva

«SPEDIREMO CENTOMILA CARTOLINE A NAPOLITANO»

Il presidente della Repubblica, nel discorso di fine anno, ha ricordato il prezzo che la Sardegna paga alla crisi economica. Ecco perché le Partite Iva si affidano a lui.

UnaCartolinaPerNapolitano_17feb2013

IL MITTENTE è l'intero Sulcis Iglesiente. La destinazione, piazza del Quirinale, 00187 Roma. Il messaggio è più che altro un appello: «Caro Presidente, ci aiuti Lei, faccia partire davvero la zona franca». Il capo dello Stato Giorgio Napolitano non ne riceverà solo una ma centomila, e tutte in una volta. Sono le cartoline che da ieri il Movimento Partite Iva ha messo a disposizione del territorio affinché vengano firmate e spedite a Roma per sollecitare un intervento autorevole del massimo garante delle istituzioni repubblicane: l'attivazione tangibile, immediata di una legge dello Stato, il decreto che nel 1998 ha istituito la zona franca nel porto di Portovesme. Per il movimento è non la panacea di tutti i mali, ma un passo decisivo per dare una svolta al Sulcis.

IL MOVIMENTO Nato a Carbonia tre mesi fa, il Movimento raccoglie circa 300 iscritti ed aveva preannunciato questa iniziativa diverse settimane fa al momento delle elezioni del direttivo. Non era una sparata. Già ieri sera in diversi centri commerciali della città erano presenti i banchetti con i delegati del Movimento addetti alla raccolta delle firme. A spedire chiaramente questa valanga di saluti speciali al Presidente ci penserà direttamente l'associazione: chi vorrà aderire all'appello, dovrà solo siglare la cartolina con nome e cognome ben leggibili. Parte delle cartoline verranno inviate per posta, parte portate a mano nelle prossime settimane. Comunque viaggi la comunicazione, il messaggio è chiaro: «Il capo dello Stato - rimarca il presidente del Movimento Paolo Bullegas - conosce la crisi della Sardegna e del nost territorio, nel 1998 è stata istituita la zona franca nel porto di Portovesme e per le aree ad esso collegate o collegabili: ma ad oggi quel provvedimento esiste solo sulla carta».

FIDUCIA Il concetto è riassunto sul retro della cartolina, mentre l'altro lato riporta il simbolo del Movimento Partite Iva con il Sulcis Iglesiente evidenziato in giallo. «Siamo convinti che Giorgio Napolitano - riprende Elio Cancedda, vice presidente del Movimento - sia una persona sensibile e lo ha già dimostrato, il nostro vuole essere un gesto eclatante ma dal significato preciso perché crediamo sia in grado con un suo autorevole intervento di sensibilizzare gli organi competenti affinché la norma non finisca accantonata». Per rimarcare meglio il senso dell'appello, la cartolina al Presidente ha una forma quasi colloquiale. Inizia con un «mi rivolgo a Lei», ribadisce che la misura della zona franca è destinata al territorio più povero d'Italia «in cui io vivo», si legge. Un modo di comunicare diretto per far breccia nel cuore della persona che, nell'ultimo messaggio di fine anno alla nazione, aveva ricordato come la crisi ha messo in ginocchio in particolare la Sardegna.

Andrea Scano

 

Articolo tratto da L'Unione Sarda


Le ultime News Vedi archivio

MarciaSuCagliari-VialeTrento_207x112

Esplose bombe carta: un fermo.   Due o tre bombe carta […]

Leggi la news
Sulcis-MagliaLaProvinciPiùPovera_miniatura

Disoccupati, Partite Iva, studenti, operai, sindacati: tutti in marcia in cerca […]

Leggi la news
Sulcis_ConferenzaStampaMobilitazionePopolare_207x112

Scatta la mobilitazione del territorio, "urgente nuovo Piano per lavoro".   […]

Leggi la news
Fabio-Enne-Cisl_miniatura207x112.jpg

» No ai tagli alla Sanità, no all'aumento di Irpef e […]

Leggi la news